#STIAMOINCONTATTO

Attingere alle risorse che ognuno possiede per affrontare giorno dopo giorno il cambiamento dovuto all'isolamento sociale

6 aprile ore 18:00

Quest’ultimo mese, quello di marzo, è stato un mese di grandi sfide, paure, incertezze e riflessioni. Noi, come voi, siamo donne, mamme, figlie, professioniste, amiche, colleghe e siamo state coinvolte come tutti dall’isolamento sociale.

Proprio queste parole “isolamento sociale” ci hanno spinto a superare le prime difficoltà nell’adattarci a questa nuova realtà che stiamo vivendo. Insieme a voi abbiamo atteso le comunicazioni sui comportamenti e le restrizioni da adottare, abbiamo cercato di gestire i bambini a casa e organizzarci con le iniziative delle scuole con le video-lezioni, ci siamo organizzate con lo smartworking facendo slalom tra l’organizzazione personale, familiare e professionale. Ci siamo trovate spiazzate come tutti a rivoluzionare e riorganizzare le nostre vite per ritrovare una certa “normalità”, se così si può chiamare.
Certo è che di normale questo periodo non ha proprio nulla.
Ma noi ci sentiamo donne con una grande visione e una grande fiducia nelle potenzialità delle persone ed in particolare delle donne. Tutte d’accordo abbiamo sentito di farvi sentire che ci siamo, chi in maniera più visibile, chi meno e abbiamo dato vita ad un messaggio positivo:

#STIAMOINCONTATTO

Il contatto è per noi uno dei valori che più ci accomuna e lo strumento più importante che utilizziamo ogni giorno nelle relazioni con ogni persona. #STIAMOINCONTATTO ha diversi significati e sfumature:
- In CONTATTO con NOI STESSI, per recuperare la dimensione del qui ed ora di questo tempo lento, l’ascolto con le sensazioni che ci arrivano dalla diverse parti del corpo, dai pensieri, dalle emozioni e da ogni altro nostro modo di funzionare;
- In CONTATTO con PERSONE A NOI CARE, i nostri familiari, amici, colleghi, poiché adesso come non mai l’unione fa la forza;
- In CONTATTO con PERSONE NUOVE in un clima di apertura, scambio e condivisione, esattamente come succedeva nella nostra sede durante gli incontri.

In questo momento è facile sentirsi soli, sentire la mancanza di ...

Abbiamo 3 possibilità di reazione:
1) Bloccarci, in attesa che tutto riprenda
2) Farci portare dagli eventi, lasciando il timone della nostra quotidianità in mano di altri
3) Recuperare dentro di noi le risorse per affrontare il cambiamento partendo dalla quotidianità

 

 

#STIAMOINCONTATTO è nato per cercare di dare una risposta a questo terzo punto. Ognuno di noi ha una bella cassetta degli attrezzi.


Magari la cassetta è un po’ arrugginita.
Qualcuno ne avrà una piena di cassetti, alcuni aperti, altri chiusi.
Qualcun’altro non ricorda più dove l’ha messa (ma vi assicuro che c’è!).
Altri ancora si ritrovano con un kit nuovo appena rinnovato e sono pronti ad utilizzarli.
Chi invece li ha lì, tutti in bella vista e non sa cosa farsene.

Ora ti consiglio di fare il seguente esercizio prima di continuare con la lettura.

 

Mettiti comodo. Chiudi gli occhi e fai tre respiri lenti e profondi.

Fatto?
Ora, con gli occhi ancora chiusi invita dolcemente i muscoli del viso, della bocca, del collo e delle spalle ad ammorbidirsi, a lasciar andare gradualmente ogni tensione. Respira ancora, lentamente, con la bocca un po’ aperta.
Lascia andare i pensieri e preparati a continuare la lettura con una mente aperta. Se durante la lettura arrivano dei pensieri accoglili, osservali, invitali ad aspettare e prova a metterti in gioco.

Fatto?
Pronto a cominciare?

 

Prova a dirigere il tuo sguardo verso altri orizzonti. Cos’è che hai tanto desiderato fare, ma non c’è mai stato il tempo? Quali sono le attività che hai accantonato per “quando avrò tempo”?

Guarda ciò che in questo momento è dentro il tuo spazio di azione. Quali sono le aree della tua vita, le situazioni, le abitudini, gli atteggiamenti, i comportamenti che non rispecchiano chi sei veramente tu? Quali sono gli elementi che ti fanno stare bene con te stessa e con le altre persone?

Concentrati a modificare, migliorare o cambiare quegli aspetti della tua vita o quelle abitudini che ti sono state strette. Pensando alla tua vita prima del Coronavirus, quali aspetti o situazioni ti stavano stretti? Adesso hanno un significato diverso per te? Li puoi cambiare totalmente, modificare o necessitano solo di alcuni aggiustamenti per sentire che rispecchiano il tuo modo di vivere ideale? Quali sono gli elementi che ti permettono di avvicinare il più possibile la tua vita reale con l’ideale che senti buono per te?

Non avere fretta. Non tutte le risposte arrivano subito.
Dormici su e rileggi questa pagina tra qualche giorno.
Sarò felice di leggere le scoperte che ti sentirai di condividere con me.

 

Elisa – fisioterapista multipotenziale
elisa.marcuz@associazioneamigdala.it
333 6327746 (previo contatto whatsapp)

Pubblicato il 6 aprile