In ascolto del perineo

Ciclo di workshop pratico-esperienziali

23 febbraio ore 10:00

Si parla molto di perineo, raramente ti viene offerta la possibilità di sentire il tuo perineo.

Noi donne abbiamo questo grande dono dell'ascolto, ma come tutte anche tu tendi a mettere l'ascolto di te stessa all'ultimo posto. 
Il perineo non dimentica. Se hai qualche disturbo o lo affronti o si modifica in qualcos'altro. Nella migliore delle ipotesi trovi una buona modalità di gestione temporanea, e nel tempo ti ritrovi a dover gestire un disturbo per te più difficile. Questo perché i tessuti con il tempo si modificano e se i muscoli del perineo non sono sufficientemente tonici ne risenti maggiormente.
Vuoi davvero continuare a subire questa condizione? Oppure vuoi diventare protagonista ed iniziare a gestire ciò che ti crea disagio?

 

 

Lo so cosa stai pensando. Ora non è il momento. Non puoi. Qualunque sia il motivo lascia che ti dica una cosa: non è mai il momento finché non sei tu a decidere di prenderti del tempo per te stessa.

Non te lo dico io. Già nel 2018 il Ministero della Salute ha sancito la necessità di percorsi diagnostici e di cura per l'incontinenza urinaria presenti in ogni regione d'Italia. Oltre all'incontinenza urinaria ci sono molti altri disturbi del perineo che nella tua vita possono avere un impatto importante.

Vuoi davvero continuare a rimandare?

Hai la possibilità di sentire il tuo perineo, di iniziare un viaggio di consapevolezza unico. Cogli questa opportunità, in qualunque momento della vita. Meglio tardi che mai!

Fino al 60% delle donne ha una disfunzione perineale e di queste il 20- 30% ha una diagnosi di incontinenza urinaria con prolasso. Tu sei in quella metà che presentano una disfunzione. Vuoi dirigerti verso il 40% di donne nel pieno benessere perineale o verso quel 20-30% che necessita di riabilitazione specifica?

Decidi di prenderti cura di te, per una volta.

 
Puoi farlo iscrivendoti ad un solo evento o aderendo al pacchetto dei 3 workshop monotematici.
Iniziare a prenderti cura di te vuol dire dare ascolto alle tue sensazioni ed io ti accompagno in questi tre eventi.

 

Workshop 1: "SALUTO IL PERINEO CON IL RESPIRO"
sabato 23 febbraio 2019, 9.30 - 11.00

Respiri senza accorgerti. E' un dato di fatto.
Tossisci, stranutisci e avverti la perdita urinaria, una sensazione di peso al basso ventre o una tensione che poi rimane. SOLO quando tossisci, starnutisci ed eventualemnte se ti fai una bella risata. 
Ciò che sembra casuale non lo è.
Gola, respiro e perineo sono profondamente connessi ed in questo workshop imparerai ad ascoltare il collegamento esistente tra queste tre parti del corpo.

 

Workshop 2: "POSTURE & posture: COME CAMBIANO LE SENSAZIONI DEL PERINEO"
sabato 23 marzo 2019, 9.30 - 11.00

Quando non hai mai ascoltato il tuo perineo hai il dubbio: "lo sento o no?"
Quando lo hai ascoltato ti accrogi che in alcune posizioni non lo senti. Ti chiedì: "è normale?"
Ti impegni a fare gli esercizi e non trovi nessun miglioramento. Anzi. ti sembra quasi di peggiorare!
Le sensazioni sono una forma di comunicazione. Imparare ad ascoltarle nelle diverse posizioni diventa una guida sicura nel prendere maggiore consapevolezza di come proteggere il pavimento pelvico durante le attività quotidiane.
 

 

Workshop 3: "IL PERINEO CHE DANZA" 
sabato 13 aprile 2019, 9.30 - 11.00

Un perineo attivo e tonico ti permette di avere una migliore equilibrio posturale. Non lo dico io. Lo dicono tutte le donne che hanno fatto un lavoro di profondo ascolto e consapevolezza.
Il perineo è postura e movimento. Un movimento involontario, di accompagnamento che non percepisci finchè non ti metti in ascolto. Sfruttare l'attivazione del perineo durante il movimento offre molti vantaggi. E' un'abilità che affini nel tempo, con la pratica costante degli esercizi. PArtire dall'ascolto ti dà una marcia in più!

 

 

Si consiglia abbigliamento comodo (tuta) e calzini antiscivolo.

 

Conduttrice del percorso:

Elisa Marcuz, fisioterapista

 

Per info e iscrizioni: 333 6327746 oppure elisa.marcuz@associazioneamigdala.it

Pubblicato il 22 dicembre 2015